“La droga ti mette sott’acqua”, Giorgia Benusiglio a Sansepolcro per un incontro con i genitori

Martedì 21 marzo la Benusiglio racconterà la sua drammatica esperienza ai genitori dei ragazzi biturgensi

Prosegue la campagna di sensibilizzazione sugli effetti e i rischi legati all'assunzione di sostanze stupefanti tra i giovanissimi della Valtiberina. Martedì 21 marzo alle ore 21:00, presso il cinema Aurora di Sansepolcro, i genitori dei ragazzi biturgensi si confronteranno con Giorgia Benusiglio in un incontro sul tema “La droga ti mette sott’acqua”.

Classe 1982, laureata in Scienza della Formazione all’Università cattolica del Sacro Cuore di Milano con la tesi in psicologia della famiglia “Relazioni e comportamenti a rischio in adolescenza”, Giorgia Benusiglio si è fatta portavoce della campagna contro la droga dopo che nel 1999 è stata miracolosamente salvata da un trapianto di fegato per aver assunto una piccola quantità di ecstasy. Giorgia ha deciso di trasformare la sua esperienza in una lezione di vita, informando e parlando ai ragazzi dei rischi legati all’assunzione di sostanze.

L’evento rientra nella serie di incontri che la Benusiglio terrà nel territorio valtiberino dal 20 al 24 marzo. Una rassegna organizzata da Insieme per Cambiare in collaborazione con gli Assessorati a Sociale e Scuola e i Dirigenti Scolastici dei Comuni di Sansepolcro, Citerna e San Giustino. Un’iniziativa che acquisisce ancor più significato in virtù dei recenti fatti di cronaca che hanno interessato proprio la Valle del Tevere, con la tragica scomparsa di una 19enne di Sansepolcro dovuta quasi certamente all’assunzione di un mix letale di droghe.

Share/Save
progetto grafico e sviluppo web Japroject.it