Maltempo: codice arancione per l'intera giornata di domenica 10 settembre

Il sindaco di Sansepolcro Mauro Cornioli

comunica che in base alle previsioni  meteoclimatiche elaborate dal Centro Funzionale Regionale (C.F.R.)  è stato emesso il seguente avviso di criticità, CODICE  ARANCIONE su tutta la Toscana .

In particolare per la VALTIBERINA e il Comune di Sansepolcro: CODICE ARANCIONE dalle ore 00,00 di domenica 10 settembre 2017 fino alle ore 23,59 sempre di domenica 10 settembre 2017, per rischio IDROGEOLOGICO IDRAULICO del reticolo minore e TEMPORALI FORTI.

Si prospettano i seguenti scenari di rischio ai quali la popolazione è tenuta a fare attenzione::

possibilità di innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d'acqua minori, con fenomeni di inondazione delle aree limitrofe, anche per effetto di criticità locali (tombature, restringimenti, occlusioni delle luci dei ponti, etc.). Possibili allagamenti di locali interrati e di quelli posti a pian terreno lungo vie potenzialmente interessate da deflussi idrici e danni e allagamenti a singoli edifici o centri abitati, infrastrutture, edifici e attività agricole, cantieri, insediamenti civili e industriali esposti ai suddetti fenomeni; possibili interruzioni della rete stradale  in prossimità di impluvi e a valle di frane e colate di detrito in zone depresse in prossimità del reticolo idrografico; possibili danni alle opere di contenimento, regimazione e attraversamento dei corsi d'acqua; possibili danni a infrastrutture, edifici e attività agricole, cantieri, insediamenti civili e industriali situati in aree inondabili; possibili criticità connesse a cadute massi in più punti del territorio.

A causa di eventuali violente raffiche di vento, saranno possibili ulteriori effetti tra cui ad esempio, rottura di rami e/o caduta di alberi, caduta di tegole, danni alle strutture provvisorie e/o agli edifici, abbattimento di pali, segnaletica e impalcature, trasporto di materiale, disagi e/o interruzione della viabilità e danneggiamenti alle reti di distribuzione di servizi (tra cui telefonia ed elettricità) con conseguenti interruzioni.

Seguire le indicazioni  dei i canali informativi della viabilità, nonché sull’ evoluzione delle condizioni meteo tramite radio, TV, siti web istituzionali.

Prestare la massima attenzione negli attraversamenti dei corsi d’acqua (ponti) e delle zone depresse (sottopassi stradali, zone di bonifica), evitare i guadi.

Non sostare nelle zone circostanti gli alvei dei corsi d’acqua, stare lontani dagli argini.

Mettersi in viaggio in auto o moto solo se necessario, procedendo a velocità ridotta e prestando comunque la massima attenzione alla presenza di detriti o di allagamenti in strada in particolare nei tratti montani esposti a frane, caduta massi e vicino ai corsi d’acqua o altri tratti soggetti ad allagamento.

Non attraversare con l’auto zone allagate, anche pochi centimetri possono farti perdere il controllo del veicolo o causarne lo spegnimento, rischi di rimanere intrappolato.

Non camminare in zone allagate anche se apparentemente con poca acqua in quanto potrebbero esserci tombini aperti o buche.

Avvisare i Vigili del Fuoco (115) se si notano possibili condizioni di pericolo se la tua abitazione si trova in una zona soggetta ad alluvione inoltre:

– Mettere in salvo i beni collocati in locali allagabili (prima dell’inizio dell’evento),

– Non sostare in cantine e nei locali seminterrati potenzialmente allagabili, salire piani alti senza usare l’ascensore

Share/Save
progetto grafico e sviluppo web Japroject.it