Cittadinanza onoraria all’Arma dei Carabinieri dal Comune di Sansepolcro. Il resoconto della cerimonia

Il Comandante Generale Tullio Del Sette: “Ringraziamo la città di Sansepolcro per questo altissimo riconoscimento”

All’interno della Sala Consiliare del Comune di Sansepolcro, si è svolto questa mattina il Consiglio comunale straordinario dedicato al conferimento ufficiale della Cittadinanza onoraria all’Arma dei Carabinieri.

Il riconoscimento è stato consegnato dal Sindaco Mauro Cornioli al Comandante generale dell’Arma, Generale di Corpo d’Armata Tullio Del Sette, presente alla cerimonia assieme al Prefetto di Arezzo, dott.ssa Clara Vaccaro, al Comandante della Legione Carabinieri Toscana, Generale di Brigata Nicola Massimo Masciulli, al Procuratore Capo di Arezzo, Roberto Rossi, al Questore di Arezzo, dott. Bruno Failla, e ad altre Autorità Civili e Militari della Provincia.

Il primo cittadino biturgense, nel suo discorso, ha ricordato le motivazioni che hanno originato l’attribuzione della prestigiosa onorificenza all’Arma, definita un “Sicuro punto di riferimento per la tutela della legalità, per la prevenzione ed il contrasto alla criminalità, per la lotta ad ogni forma di terrorismo e corruzione di ogni genere, per il controllo del territorio per la difesa e sicurezza dei cittadini”. Cornioli ha poi continuato il suo intervento ricordando la figura del Colonnello Valerio Gildoni, Medaglia d’oro al Valor Militare, nato e cresciuto a Sansepolcro, definito “Un eroe dei nostri tempi”.

La parola è quindi passata al Comandante Generale Del Sette che nel suo discorso ha inizialmente ripercorso le tappe delle numerose attività svolte dall’Arma nella Città di Piero dal 1861 ad oggi, dall’istituzione della Luogotenenza fino al ritorno alla Compagnia dello scorso settembre. “Oggi sono qua a ricevere questo altissimo riconoscimento in rappresentanza dei militari che in questi anni hanno evidentemente svolto un’importante opera di monitoraggio e tutela della pubblica sicurezza e ai quali rendiamo merito. Approfitto per ricordare che nei prossimi cinque anni contiamo di potenziare la nostra attività in tutto il territorio nazionale con arruolamenti straordinari che ci permetteranno di recuperare buona parte di quello che si è perduto. Desidero ringraziare tutte le autorità, le associazioni e i cittadini presenti oggi per gli attestati di stima e apprezzamento verso il nostro lavoro.”

Al termine della cerimonia, conclusasi con lo scambio di doni con l’Amministrazione Comunale, i rappresentanti dell’Arma hanno raggiunto il vicino Museo Civico per una visita ai capolavori di Piero della Francesca.

Share/Save
progetto grafico e sviluppo web Japroject.it