“DiVetro”: fervono i preparativi per la quarta edizione della Biennale d’arte del vetro contemporaneo

L’evento in programma a Sansepolcro dal 9 giugno all’8 luglio 2018 a cura dell'Associazione Culturale Divetro

Siamo giunti alla quarta edizione della biennale dedicata al vetro nell’arte contemporanea, che, ancora una volta, risponde perfettamente al nostro progetto: confermare il ruolo e il valore dell’opera in vetro nell’arte contemporanea, per troppo tempo considerata arte minore, in un dialogo in divenire con gli artisti di volta in volta da noi invitati.

Questo nostro interesse è mosso dall’esistenza, a Sansepolcro, di un Museo dedicato alla vetrata antica e ai linguaggi contemporanei,  nato grazie ad un gesto d’amore da parte di un cittadino, il cavalier Luigi Fatti, nei confronti della propria città: la commissione della copia in vetro del Cenacolo di Leonardo, nelle stesse dimensioni dell’originale(cm 4,58 x 8,45) realizzata dal laboratorio Caselli Moretti di Perugia tra il 1937 e il 1942.

Lo stesso amore per un territorio e per il vetro, ha spinto l’Associazione a farsi carico della responsabilità del piccolo Museo, sviluppando forme di coinvolgimento che vanno oltre la semplice fruizione, attraverso momenti partecipati come i numerosi laboratori sul vetro dedicati alle scuole del territorio locale e nazionale.

Vorremmo considerare questa edizione come una mostra diffusa d’arte contemporanea, nella quale il territorio, il patrimonio culturale e la comunità - in pratica, la città di Sansepolcro-diventino museo diffuso, grazie anche ai luoghi, sia pubblici che privati, interessati dalla biennale.

Di questa comunità, fatta sia dai cittadini che dai turisti, fanno parte anche gli artisti che qui vivono o vengono a lavorare in residenza appositamente per l’evento: “Divetro” diventa una sorta di prova aperta, una guida per un viaggio in divenire, una fertile occasione per innescare un efficace dialogo tra creatività, sedi cittadine e comunità.

Le opere in mostra,  realizzate nelle diverse tecniche, permettono di indagare la materia nella sua interezza, di attingere a un’eredità culturale, di cui il Museo della Vetrata  è esempio, per opere assolutamente innovative.

La biennale parte dallo Spazio Bernardini Fatti per proseguire nel Museo Civico, nella casa di Piero della Francesca, nel cortile  interno di Palazzo Ducci del Rosso (sede della biblioteca comunale), nel cortile interno di Palazzo delle Laudi (sede del comune di Sansepolcro) e nelle vetrine del centro storico.

All’interno dello Spazio della Vetrata,13 artisti, seduti intorno ad un tavolo, vengono invitati a raccontarsi e a raccontare, attraverso posti tavola personalizzati con le proprie opere e con i tessuti  serigrafati dal Liceo Artistico Giovagnoli dietro disegno dell’artista stesso.

Il Museo di Colle Val d’Elsa completa  questo nostro Simposio con preziosi calici in cristallo realizzati dal maestro Adriano Canocchi  presso la cristalleria ColleVilca su disegno del  maestro Francesco Aiazzi.

La collaborazione, dietro “committenza”, con il liceo  Giovagnoli e con il Museo del Cristallo di Colle Val d’Elsa ha confermato un percorso improntato sull’innovazione e condivisione con il territorio, sia come offerta culturale che naturale ricongiungimento con l’artigianato ed il tessuto economico, locale e non solo.

Palazzo Ducci del Rosso accoglie i giovani artisti che l’associazione ha voluto per un dialogo tra generazioni attraverso lo stesso medium, il vetro.

Le vetrine del centro storico ospiteranno le opere degli artisti locali, allievi dei laboratori sul vetro.

Il nostro cammino è iniziato nel 2012 e, come il camminare presuppone che ad ogni passo il mondo cambi in qualche suo aspetto, da quella data qualcosa è cambiato in noi.

E’ stato un bel percorso, abbiamo incontrato gente fantastica e ne incontreremo ancora.

 

Associazione Culturale Divetro

Share/Save
progetto grafico e sviluppo web Japroject.it