VENERDì 25 APRILE LA PRESENTAZIONE DELLE DUE SCULTURE REALIZZATE NEL GIARDINO DI VIA DEL PRUCINO A SANSEPOLCRO: UN IMPORTANTE ESEMPIO DI SINERGIA PUBBLICO PRIVATO

In occasione delle celebrazioni del XXV Aprile si svolgeranno le inaugurazione di due sculture lignee realizzate dal Liceo Artistico di Anghiari che concludono l’intervento di riqualificazione di tutto il parco reso possibile da una grande sinergia tra pubblico e privato. L’intervento nel suo complesso è stato realizzato dal Comune di Sansepolcro e nasce dalla proposta di Confartigianato Legno Arredo con il coinvolgimento di vari soggetti con competenze specifiche ad iniziare dal Corpo Forestale di Stato, l’ Istituto Professionale Camaiti di Pieve S. Stefano per la risistemazione del verde, il Liceo Artistico di Anghiari per la creazione delle due sculture in legno collocate nell’area.  Il materiale necessario è stato fornito, assieme agli arredi urbani, dagli associati Confartigianato e da sponsor privati. Ai due ingressi principali del giardino di via XXV Aprile, denominato “Giardino del Millenario” in onore delle celebrazioni iniziate nel 2012 anno di avvio del progetto, sono stati collocati due cartelloni con l’indicazione di tutti coloro che hanno collaborato, ad iniziare da Confartigianato Legno Arredo, Corpo Forestale dello Stato, l’ Istituto Professionale Camaiti di Pieve S. Stefano, Liceo Artistico di Anghiari e soprattutto i contributi economici di Piccini Paolo S.p.A, Banca di Credito Cooperativo Anghiari hanno consentito la realizzazione della recinzione. L’acquisto dei giochi è stato possibile grazie alle donazioni di Associazioni e Club Service di Sansepolcro quali Lions, Soroptmist, Rotary, Fidapa , Inner Wheel mentre numerose aziende hanno fornito gratuitamente i materiali per gli interventi, quali Citernesi Secondo, Donati Legnami, Giorni Aldo, Giovagnini Luciano e Borghesi Valentino.

Le due sculture collocate nel giardino che saranno inaugurate domani sono dedicate ai mestieri tipici dell’artigianato locale e rappresentano il dinamismo e l’attività produttiva, valori cardine anche di tutti coloro che hanno partecipato all’importante opera urbana.

Le sculture sono in legno di larice intagliato con basamento in cemento ed una, di circa un metro e mezzo di altezza, simboleggia la meccanica, la produzione alimentare e l’ebanisteria mentre l’altra, una figura femminile, simboleggia la produzione del gioiello e del merletto. Tutto il progetto è stato coordinato dall’ufficio tecnico del Comune insieme all’ufficio manutenzione. A tutti coloro che hanno partecipato va il ringraziamento dell’Amministrazione comunale.

Share/Save
progetto grafico e sviluppo web Japroject.it